domenica 21 marzo 2010

Gazzettino di Venezia.20 Marzo 2010

TEATRO SAN GALLO
"Dove ti xe", al telefono
con Cesare Colonnese
Sabato 20 Marzo 2010,
VENEZIA - (R.P.) Il nome di Cesare Colonnese si è nel tempo imposto come voce tra le più originali del teatro veneziano, forse l'odierno portavoce dal palcoscenico, con l'apprezzata formula che spazia dall'ironia (talvolta sfociante nel sarcasmo) all'ottimismo, dei numerosi problemi della città lagunare. Ma anche i 'tipi' veneziani di oggi, con i loro tic e le loro manie, sono da Colonnese proposti in spassosi monologhi, compreso quello che dà il titolo al suo ultimo spettacolo "Dove ti xe?", (una surreale conversazione al cellulare), in scena questa sera alle 21 al Teatro San Gallo, a pochi passi da Piazza San Marco. Lo spettacolo sarà diviso in due atti. "Come sempre, racconterò il mio sentimento verso Venezia, il modo di vivere dei veneziani e i numerosi cambiamenti della città", spiega Colonnese, la cui "maschera" ha raggiunto, in occasione dell'evento del "Funerale di Venezia", notorietà internazionale. Come un cantante non può tralasciare i brani storici del suo repertorio, così a Colonnese giungono sempre dall'affezionato pubblico (un gruppo di fans gli ha dedicato una pagina su Facebook) richieste di famosi monologhi, fra cui "I gà dito", sulla fobia dell'acqua alta, e "Vernissage", esilarante gag di anziane ad un'inaugurazione. Fotografie e video della serata sono di Steve Horvat.

Occhi diversi.

Da molto tempo mi ero promesso di rientrare nelle impostazioni di questo mio blog.Mi aveva dato tante emozioni nel passato,mi divertiva osse...